Val Romeo... per Morgan Lost

Ciao, sono Val Romeo. Disegno per "Morgan Lost", novità della Sergio Bonelli Editore del 2015.

Vi racconto come è nata la prima illustrazione di Wallendream, personaggio di Morgan Lost, Ideato da Claudio Chiaverotti, distribuita ad Etna Comics 2015.

Prima di decidere quale sia l’impostazione più adatta per un’illustrazione, devo pensare a cosa voglio esprimere, cosa questa deve trasmettere una volta completata. Wallendream è un assassino seriale, dalle molteplici personalità, attraente, che si rigenera e si trasforma dopo ogni trauma. Soprannominato "la rockstar dei serial Killer di New Heliopolis" (New Heliopolis metropoli fredda e angosciante, con vari elementi architettonici che celebrano l’antico Egitto). Nessuno è mai riuscito a catturarlo, è molto astuto ed ha un grande istinto di sopravvivenza. Oltretutto è abbastanza arrogante e sfacciato. New Heliopolis è la protagonista di questa illustrazione, insieme a Wallendream che si erge audace e con una posa da super cattivo su un gargoyle minaccioso, che rappresenta il grande Dio egizio Sobek, il coccodrillo. Sullo sfondo domina New Heliopolis con la sua statua di Horus, ispirata alla statua della libertà di New york, e i suoi glaciali grattacieli all’orizzonte.

Passiamo al lato tecnico. Per prima cosa schizzo con una matita dura (2h) l’ingombro che devono ricoprire i protagonisti dell’illustrazione. Preferisco sempre dare una certa profondità mettendo più piani: in primo piano c’è Wallendream sul gargoyle, in secondo piano c’è Horus, e in terzo piano (o "sfondo") la città all’orizzonte. E’ fondamentale in questa fase definire una linea di orizzonte, per stabilire la prospettiva che i vari elementi seguiranno. Qui l'orizzonte si trova all’altezza della testa di Sobek.

Una volta che ho trovato l’ingombro giusto, comincio a definire i vari elementi. Disegno ogni personaggio senz’abito anche se poi lo vestirò, per dare tridimensionalità alle pieghe.

Una volta terminata l’anatomia, vesto i personaggi, Gli abiti li decido io in base al carattere del personaggio. Wallendream ama uccidere con coltelli o pugnali e usa lasciare una rosa nera infilata in gola alle sue vittime.

Definisco anche Sobek, che decido sia costruito in pietra e acciaio. E’ importante stabilire di che materiale siano fatti abiti e contesto, perché questa fase ci prepara alla china. Ogni materiale necessita di una tecnica particolare di ripasso. Per definire meglio la matita, uso micromine HB 0,05.

Nella fase successiva definisco lo sfondo della città, che tratterò nella china con un pennarello molto più sottile dei piani precedenti, per non appesantire l’illustrazione e per dare l’illusione della lontananza.

Uso pennarelli numerati usa e getta per questa linea chiara; per lo sfondo uno 0,05; per il secondo piano uno 0,2  e per il primo piano uno 0,3.

Per chinare le linee rette uso la squadretta, tranne che per le linee brevi. Idem per le curve, se sono troppo lunghe mi aiuto con il curvilinea.

Una volta deciso il punto di luce, che in questo caso è in alto a sinistra, sopra Horus, comincio a rafforzare le linee in ombra con un pennello di martora. Questo è uno winsor e newton numero 1 imbevuto in china Pelikan.

L’effetto scolorito del pennello secco si ottiene più facilmente su fogli ruvidi. E’ molto adatto per le zone di grigi, tra bianco e nero. Le sporcature della pietra sono tutte chinate con pennello secco, ovvero un pennello imbevuto, fatto scaricare su un foglio a parte, e usato quasi asciutto.

Una volta chinato il disegno, si sgomma la matita sotto, si scannerizza a 600 dpi e si comincia a lavorare il colore in digitale.

Io preferisco Photoshop. Creo più livelli: uno per il colore piatto, uno per le ombre e un altro ancora per le luci. Quest’illustrazione è in scala di grigi e rosso, colori dominanti nella serie "Morgan Lost".

Comincio a dipingere dall’alto in basso, un po’ come si fa dal vero, ma è una mia abitudine.

In questo caso ho scelto di dare più ombra all’orizzonte e più luce in primo piano. Ho aggiunto squadratura e balloon in digitale, rosso a sangue e maglietta e l’illustrazione è pronta. Grazie per aver seguito questo tutorial, per consigli o chiarimenti sono disponibile su facebook (per il contatto, cliccate sul link della mia scheda autore). Ciao a tutti, Val


>>> Iscriviti al Gruppo facebook ufficiale di Morgan Lost, per essere aggiornato sulle notizie e sugli sviluppi della nuova entusiasmante serie a fumetti di casa Bonelli.


Valentina Romeo